Come si fa

Aggiornamenti

Guida pratica per installazioni sicure

g pag 12

Le nuove norme

g pag 14

il giornale per Installatori Elettrici

ottobre 2014

9

Diri, Dico ... bum!

il Giornale della

AG2653_GMV_14_06.indd 1

f VIDEOSORVEGLIANZA f ANTINTRUSIONE

f CONTROLLO ACCESSI f ANTINCENDIO

DOMOTICA

Aggiorniamoci

g pag 34

SICUREZZA

Domotica

e Led

g Pag 40

DOMANDE FREQUENTI

Elettro dubbio

Una rubrica rivolta all’installatore dà

risposte esaustive a problemi di carattere

tecnico. g pag 6

VERIFICHE

Piccoli dispersori

03/09/14 11:53

NUOVA CLASSIFICAZIONE

Le perdite dei trasformatori

Dal gennaio 2014 la CEI 14-12 e CEI 14-18 non

sono più applicabili: ora si fa riferimento alla EN

50541-1, che riguarda i trasformatori trifase di

distribuzione a secco a 50 Hz da 100kVA a 3150kVA

e tensione fino a 36kV.

g pag 10

Contatori di energia

EQ Meters. Un nuovo

passo verso l'efficienza

energetica.

ILLUMINOTECNICA

La luce?

È un vestito su misura

Lo Studio Architetti Giachino ha seguito la progettazione

di un’abitazione privata in Biella, insieme all’architetto

Tiziana Tedesco. Lo stile è semplice e rigoroso e gli

La CEI 64-8 prevede per impianti BT la

misura della resistenza di terra, di solito

eseguita con l’”anello di guasto”. g pag 16

Gestire l’energia significa sapere esattamente quando,

dove e come questa viene utilizzata. I contatori di energia

EQ Meters sono la risposta a questa esigenza perché

monitorano i consumi dell’impianto ed evidenziano dove è

necessario intervenire per ottimizzarne le prestazioni.

Si integrano in qualsiasi sistema di supervisione tramite i

più diffusi protocolli di comunicazione e sono certificati

MID e testati direttamente nelle nostre fabbriche.

www.abb.it/lowvoltage

ABB SACE

Una divisione di ABB S.p.A.

Apparecchi Modulari

www.abb.it

apparecchi, dove è possibile, sono a scomparsa.

g pag 24

gpag20

9

COMPETENZE+

AGGIORNIAMOCI

Molti dispositivi,

un unico sistema

È possibile coniugare al meglio domotica

e termoregolazione al fine di ottenere, nel

pieno rispetto dell’ambiente, il massimo

comfort e consumi energetici ridotti? Il caso

di un Bed&Breakfast di 14 camere situato

nel Comune di Villafranca di Verona (Vr),

tra i pescheti veronesi e le vigne del Bianco

di Custoza, dimostra di sì. L’esigenza era di

disporre di un impianto semplice in grado di

g

e

a

c

r

h

a

e

nt

p

i

e

r

r

e

m

u

e

n

t

a

te

c

s

e

s

r

e

ta

un

fl

a

es

g

s

e

i

s

b

t

i

i

l

o

it

n

e

a

e

i

n

c

e

a

r

m

ge

b

t

ia

ca

menti

dell’edificio scrupolosa e ingegnosa, tanto

da poter assicurare una buona conduzione

dell’attività ricettiva. g pag 40

il Giornale della

f VIDEOSORVEGLIANZA f ANTINTRUSIONE

f CONTROLLO ACCESSI f ANTINCENDIO

SECURITY

Il problema “Insider attack”:

americanata o problema reale?

La progettazione dei sistemi di allarme antifurto, prevede sempre una definizione di rischio basata

sulla divisione dello spazio in zone d’azione. Ad alto livello, tali zone sono l’area da proteggere (zona

interna), e la zona ad essa complementare, ovvero quella esterna, con un perimetro a fungere da

MONDI CHE CAMBIANO

confine tra le due. Nei casi più semplici, ad esempio negli impianti residenziali medio/piccoli, questo

tipo di architettura è già sufficiente per definire la struttura dell’impianto.

g pag 34

Oltre che permettere uno stile di vita

più comodo all’interno dei propri spazi

domestici, i moderni sistemi di automazione

centralizzata consentono di tenere facilmente

sotto controllo i consumi energetici. E dal

momento che tutto è comandato da un

cervellone centrale, è possibile pianificarne

il funzionamento; se questo, fosse inserito

in un contesto abitativo che gode di una

“buona classe di efficienza energetica”,

l’ottimizzazione sarebbe perfetta. g pag 38

Rivelazione ad aspirazione,

la più efficace

Risale all’inizio degli anni 2000 l’introduzione

dei sistemi di rivelazione incendio ad aspirazione

(ASD), o a campionamento d’aria, recepiti poi,

a livello nazionale, con l’entrata in vigore dello

standard tecnico UNI9795 rev. 2010, norma che

ha consentito un utilizzo più massiccio di tale

tecnologia, fino ad arrivare a sostituire i sistemi

di tipo tradizionale.

Videosorveglianza su IP,

verso lo small business

In tema di migrazione, il mercato delle

grandi quantità resta ampiamente dominato

dall’analogico e da operatori che applicano

margini, e spesso professionalità, di tipo end

user: il nostro Paese, infatti, conta un 80%

di realizzazioni curate da grandi installatori

elettrici e un 20% di installazioni professionali

di sicurezza; all’interno di questi impianti, al

massimo il 5% può dirsi totalmente over IP. Uno

dei trend più interessanti che sta emergendo nel

2014 e risulta relativo alla videosorveglianza è

rappresentato dal crescente consolidamento del

mercato.

g pag 34

Essi sono costituiti da una rete di tubazioni

in cui sono praticati più fori che prelevano

costantemente l’aria dall’ambiente.

g pag 32

Risparmiare si può

REALIZZAZIONE

ILLUMINOTCNICA

La luce potente

che valorizza l’arte

Da alcuni anni la Co-Cattedrale di San

Giovanni a La Valletta è sottoposta a una

paziente e attenta opera di restauro, curata

dalla Fondazione omonima. Stefano Dall’Osso,

lighting designer che ha vinto il concorso

internazionale indetto dalla Fondazione,

ha realizzato il progetto illuminotecnico

dovendo considerare le necessità di culto

della Cattedrale, le capacità riflettenti

delle superfici, le innumerevoli decorazioni

barocche, la visibilità delle tele e degli

affreschi. g pag 26

I

S

S

N

1

1

2

9

-

9

5

8

4

-

P

o

s

t

e

i

t

a

l

i

a

n

e

S

p

a

S

p

e

d

i

z

i

o

n

e

i

n

a

b

b

o

n

a

m

e

n

t

o

p

o

s

t

a

l

e

D

.

L

.

3

5

3

/

2

0

0

3

(

c

o

n

v

.

i

n

L

.

2

7

/

0

2

/

2

0

0

4

n

.

4

6

)

a

r

t

.

1

,

c

o

m

m

a

1

,

D

C

B

M

i

l

a

n

o

w

w

w

.

e

l

e

t

t

r

o

n

e

w

s

.

c

o

m