apr

3

2017

il giornale per Installatori Elettrici www.elettronews.com

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

DOMOTICA

“L’impianto realizzato in una

villa in provincia di Ferrara

consente di creare scenari

appositi per facilitare la gestione

della casa e del proprio comfort”

Davide Fusaro,

installatore, Adria (RO)

n pag 16

ILLUMINOTECNICA

“I corpi illuminanti per interni

ed esterni posati presso la nuova

sede ASCOM di Oderzo (TV),

sono stati estremamente

semplici da installare”

Ennio De Zotti,

installatore, Torre di Mosto (VE)

n pag 24

SICUREZZA

“L’impianto citofonico realizz0a0t0o161_GMV_17_01.indd 1

presso tre ville permette di

avere in ogni abitazione audio

bidirezionale, video HD e

controllo apertura del cancello”

Federico Bertamino,

installatore, Rapallo (GE)

n pag 26

FOTOVOLTAICO

“In questo numero facciamo30/03/

chiarezza sul riconoscimento

del contributo per gli impianti

fotovoltaici - non incentivati -

in regime di “scambio sul posto”

Daniele Vetrucci,

studio ingegneria, Piacenza

n pag 51

n pag. 30

3 O 4 MODULI...

IN UNA SOLA SCATOLA

AVE propone una gamma di scatole che

consente di installare supporti, frutti e relative

placche da 3 o 4 moduli, senza opere murarie.

n pag. 52

L’IMPIANTO NELLE PARTI

COMUNI DEI CONDOMINI

Quali gli obblighi per la realizzazione

degli impianti elettrici nelle parti comuni

dei condomini?

n pag. 54

NORMATIVA

CEI 64-21, QUALE IL RUOLO

“SOCIALE” DEGLI IMPIANTI?

La CEI 64-21 è dedicata agli adeguamenti

degli impianti elettrici in relazione a persone

con disabilità e specifiche necessità.

COME SI INSTALLA

17 12:27

I CORSI DI ELETTRO

menti di Gardaland a Castelnuovo

del Garda (VR), è stato dotato di siste-

mi elettrici, domotici e illuminotecni-

Efficienza e sicurezza

a servizio della fantasia

n pag. 20

L’

Adventure Hotel, nel Parco diverti-

dettaglio e offrendo agli ospiti un servizio d’ec-

cellenza in termini di comfort e attenzione al-

la persona. Per le soluzioni impiantistiche si

optato per una linea di equilibrio fra tecnolo-

gia e semplicità. La struttura è infatti destinata

all’accoglienza di famiglie con bambini, quindi

tutte le funzionalità e i servizi sono stati orienta-

ti alla massima semplificazione dell’interfaccia.

Per l’illuminazione di camminamenti e aree di

passaggio sono stati scelti i dispositivi a LED di

ultima generazione della gamma Astrid, che

assicurano un’elevata riduzione del consumo

di energia. Oltre ai centralini e ai dispositivi mo-

dulari di protezione, che garantiscono la sicu-

rezza degli ospiti in ogni stanza, nel Gardaland

Adventure Hotel sono stati installati anche si-

stemi di prese e spine industriali per i locali tec-

nici e le cucine. Un impianto di supervisione si

occupa della gestione dell’illuminazione e so-

vrintende il controllo degli sprechi energetici.

ci che garantiscono elevati standard estetici e

prestazionali. L’hotel è stato ideato per accoglie-

re i visitatori del Parco divertimenti che voglio-

no vivere un’avventura unica e indimenticabile,

coniugando la dimensione fantastica e onirica

del viaggio con l’attenzione a ogni più piccolo

SPECIALE RASSEGNA ILLUMINAZIONE

Riconversione a luce LED,

quali opportunità?

Al centro di un nuovo concetto di luce, il LED

ha dimostrato di essere una tecnologia malle-

abile, capace di evolversi per rivestire sempre

meglio la funzione di alternativa alle fonti di

luce tradizionali. Più economico senza dubbio

- perché garantisce meno dispendio energeti-

co e perché implica minori interventi manu-

tentivi o di sostituzione - ma anche più incli-

ne ad adeguarsi a situazioni e necessit

à. Ecco

perché la riconversione alla luce LED conti-

nua a consolidarsi e si conferma una soluzio-

ne possibile e una richiesta ormai assodata.

n pag. 36

IMPIANTI CIVILI REALIZZAZIONE

I

S

S

N

1

1

2

9

-

9

5

8

4

-

P

o

s

t

e

i

t

a

l

i

a

n

e

S

p

a

S

p

e

d

i

z

i

o

n

e

i

n

a

b

b

o

n

a

m

e

n

t

o

p

o

s

t

a

l

e

D

.

L

.

3

5

3

/

2

0

0

3

(

c

o

n

v

.

i

n

L

.

2

7

/

0

2

/

2

0

0

4

n

.

4

6

)

a

r

t

.

1

,

c

o

m

m

a

1

,

D

C

B

M

i

l

a

n

o