2015

ECM

35

crediti con il corso

La veterinaria

in farmacia

•apag.8•

FOCUS

ANSIA

Un approfondimento su

fitoterapici e farmaci utili

nei casi in cui quella che si

definisce di un’“emozione di

difesa” assume una connotazione

negativa e patologica.

•allepag.23e24•

COSMESI

SALUTE DELLA PELLE

E DEODORANTI

L’importanza di avere a disposizione

in farmacia principi attivi ef

ficaci,

che non alterino la cute e non

interferiscano con i naturali processi

fisiologici dell’organismo.

•apag.22•

FARMACIE

La zona di

Genova

Ogni mese una zona differente è analizzata

nel dettaglio per fornirvi dati inediti sull’attività

delle farmacie e del comparto salute e benessere.

•apag.14•

INCHIESTA

1

FARMACI

NUTRIZIONE

BENESSERE

ISSN 1590-3699 - Mensile - Anno XXIII - n° 11 - dicembre 2014 - Poste Italiane SpA - Sped. in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv.in L.27/02/2004 n. 46) - art. 1, comma 1, DCB Milano

FN PROP FLU dicembre.pdf

1 11/11/14

08:50

w

w

w w

w

ww

w

w .

.

. f

f

f a

a

ar

r

rm

m

m a

a

a c

c

c i

i

ia

a

an

n

n e

e

e w

w

w s

s

s .

.

. i

i

i t

t

t

C

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K

■ editoriale

Sicuri in farmacia

Raffaella Ferrari

MERCATO

uno sguardo

Dal mondo anglosassone arrivano

i primi dati di diffusione degli

strumenti in grado di monitorare

terapie e avanzamento delle

patologie. Le cifre sono in costante

aumento.

Ricetta elettronica

Dispositivi indossabili

verso il futuro

I

l primo forte impulso allo sviluppo della farmacovigilanza si fa stori-

camente risalire al caso della talidomide. Il noto sedativo immesso sul

mercato negli anni cinquanta e ritirato nel 1961 dopo aver provocato

gravi malformazioni agli arti in circa 10.000 bambini, nati da donne

ingranaggi

che avevano assunto il farmaco (teratogeno) in gravidanza; da allora

sono stati numerosi i danni associati a farmaci, resi noti attraverso la

segnalazione spontanea, alcuni dei quali hanno portato al ritiro del

prodotto dal commercio. Oggi la farmacovigilanza è un aspetto fon-

damentale nella tutela della salute pubblica: il regolamento attuale,

che recepisce la normativa europea 2012, pone l’Agenzia Italiana

del Farmaco a capo di un sistema di controllo che coinvolge Regioni,

Asl, ospedali, aziende farmaceutiche e operatori sanitari. Questa rete

nazionale mette l’Italia in costante collegamento con il centro europeo

Eudravigilance e con l’Organizzazione Mondiale della Sanità attraverso

un apposito sistema informatico, che permette la raccolta e l’analisi delle

segnalazioni avverse e l’eventuale gestione delle criticità.

Il coinvolgimento sempre più ampio delle farmacie nel monitoraggio

delle Adr (Adverse Drug Reaction) rappresenta una delle più efficaci

strategie di sviluppo del sistema di farmacovigilanza, poiché il contatto

diretto con il paziente in terapia ci permette di controllare il compor-

tamento di un medicinale, quando è entrato nel ciclo distributivo, e di

sensibilizzare i cittadini alla trasmissione dei dati. Un farmacista attento

e attivo nell’attività di vigilanza a 360° garantisce al consumatore una

sicurezza che non può trovare in altri canali distributivi; ci piacerebbe per

questo che, oltre al farmaco, le attività di controllo sui prodotti cosmeti-

ci, le segnalazioni di reazioni avverse relative ai prodotti fitoterapici, le

interazioni tra piante e i loro usi impropri privi di razionale scientifico,

fossero inseriti nei futuri progetti di educazione sanitaria. Crediamo

che una cultura della “farmacovigilanza” rinnovata e partecipata possa

offrire nuovi stimoli a tutta la categoria e che questo aspetto del nostro

lavoro debba essere efficacemente divulgato al grande pubblico e reso

noto alle Istituzioni. Sarà un punto a nostro favore quando, seduti al

tavolo delle trattative, dovremo discutere di rinnovo della convezione

e di compensi legati alle prestazioni professionali in farmacia.

Vaccino anti-meningococco B

Nonostante sia possibile una cura con antibiotici efficaci

quali le cefalosporine di terza generazione, l’infezione

spesso progredisce cos

ì rapidamente da provocare morte

nel 10-15% dei casi nel nostro Paese. Con il vaccino contro

il meningococco B

è possibile prevenire tutte le forme di

meningite più aggressive e potenzialmente letali per l’uomo.

da oliare

VENDITE COSMETICI

Sono solo quattro le regioni che alla fine

di quest’anno potranno dire di essere

in regola con quanto prescritto dal

decreto Sviluppo bis sulla ricetta

elettronica che prevede, entro il 2015,

la sostituzione quasi totale (90%) della ricetta tradizionale. Il quadro aggiornato

della situazione fa capire che c’è ancora uno sforzo da compiere per raggiungere l’obiettivo

Voglia di profumo

S

preso le distanze dal gruppo che la gara sulla ri-

cetta elettronica la sta conducendo, almeno appa-

rentemente, guardando solo ai risultati, come

se si trattasse di una passeggiata in campa-

gna, anziché di una competizione o meglio di

una legge dello Stato cui adeguarsi.

La ricetta elettronica, infatti, entro il 31 dicem-

bre di quest’anno dovrebbe sostituire almeno

l’80% delle ricette cartacee, mentre entro il

2015, così stabilisce il decreto Sviluppo bis del

Il fascino dell’acqua da toeletta

avvince anche l’utente della farmacia:

le vendite di profumi salgono e

l’offerta di referenze specifiche si

amplia. Un approfondimento dei

dati forniti dal Rapporto annuale di

Cosmetica Italia, l’Associazione delle

imprese cosmetiche.

e fosse una gara ciclistica, in testa ci

sarebbe la Sicilia, seguita a ruota da

Veneto, Provincia autonoma di Tren-

to e Basilicata e a una manciata di

secondi dalla Valle d’Aosta: un quin-

tetto in fuga che ormai sembra avere

2012 che l’ha istituita, almeno per il 90% la

ricetta tradizionale. Obiettivi che, se non al-

tro per il 2014, dif

ficilmente potranno essere

raggiunti, considerando che attualmente sono

soltanto tre le Regioni in regola: la Sicilia, l’unica

ad aver raggiunto e persino superato l’obiettivo

prefissato (85% di ricette dematerializzate), il Ve-

neto (80%) in perfetta sincronia con i tempi del

decreto e la Provincia Autonoma di Trento (78%)

che entro la

fine dell’anno raggiungerà quasi

certamente l’obiettivo, mentre la Basilicata, a re-

gime dal mese di novembre dello scorso anno,

ha raggiunto quota 75%, ma dif

ficilmente potrà

andare oltre a causa del digital divide e di altre

questioni legate all’esclusione di alcune tipologie

di farmaci dalla ricetta elettronica.

•segueapag.4•

•apag.12•

Arancia, il frutto dell’inverno

La presenza di vitamina C, vitamina P e citroflavonoidi

rendono il frutto dell’arancio un valido alleato nel

trattamento sintomatico delle turbe funzionali della fragilità

capillare cutanea. Questo agrume presenta anche proprietà

stomachiche, antispasmodiche, antitussive, lievemente

sedative.

Combinazioni di successo

I fiori di Bach sono personalizzati, ma ciò non impedisce

che vi possano essere circostanze nelle quali determinate

combinazioni si sono rivelate efficaci per la maggior parte

delle persone. Dai viaggi agli esami, dalla solitudine ai lutti,

diverse sono le situazioni pratiche in cui consigliare alcuni

abbinamenti standard.

•apag.26•

•apag.28•

•apag.29•

F

a

r

m

a

c

i

a

N

e

w

s

-

d

i

c

e

m

b

r

e

2

0

1

4

O

S

S

E

R

V

A

T

O

R

I

O