ISSN 1590-3699 - Mensile - Anno XXIII - n° 5 - maggio 2015 - Poste Italiane SpA - Sped. in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv.in L.27/02/2004 n. 46) - art. 1, comma 1, DCB Milano

www.farmacianews.it

Novità

All’interno

l’inserto

staccabile con

il Corso ECM

da 35 crediti

■ editoriale

Il valore del

consiglio nella

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K

ASSOSALUTE

F

TR

NOMINATO IL NUOVO

T

EFFETTI DA NON

SOTTOVALUTARE

Nel segnalare in farmacia un effetto

indesiderabile da cosmetici, quando

lieve, il consumatore cerca un

supporto per gestire la reazione.

• a pag. 22 •

•apag.12•

PRESIDENTE

L’

Agnès Regnault è a capo della

sigla che rappresenta le aziende

del settore dell’automedicazione,

succedendo a Gaetano Colabucci.

•apag.10•

pesso sono piccoli lesioni tali

NC

IN

STA

Osservatorio

Farmacie

La zona di

H

HI

IE

Farmacie rurali

Raffaella Ferrari

1

farmacia“social”

retesocialeed’assistenza Napoli

I

l ricorso ai cosiddetti “farmaci da banco” è una pratica

molto diffusa nei paesi anglosassoni, che sembra aver

conquistato anche il mercato italiano: secondo le ultime

rilevazioni di Ims Health, le vendite dei farmaci di auto-

medicazione hanno avuto un incremento di circa il 10%

negli primi 3 mesi dell’anno. Questi medicinali possono

in effetti rappresentare un aiuto efficace nel trattamento

delle piccole patologie: possiedono adeguate qualità di

sicurezza ed efficacia e sono particolarmente indicati in

tutti i casi in cui il cittadino voglia prendersi cura di sé in

maniera autonoma. Ma in quanto farmaci, gli Otc devono

essere utilizzati in modo consapevole e corretto e non

sono privi di effetti collaterali. A questo proposito, nella

prospettiva di una farmacia che offra non solo prodotti,

ma anche servizi, siamo convinti che il potenziamento

dell’azione di consiglio potrà rappresentare un valore

aggiunto per la nostra categoria e produrre benefici in

termini di fidelizzazione e gradimento della clientela. Pro-

prio su questi prodotti di automedicazione ognuno di noi

potrà esprimere al meglio la propria competenza dietro il

banco della farmacia, senza sottovalutare e dimenticare

i nuovi mezzi d’informazione che si stanno sviluppando

lontano da noi, che appartengono a una generazione di

utenti, nativi digitali, con i quali dovremo fare i conti nel

prossimo futuro.

Crediamo che i tempi siano maturi per investimenti in

tecnologia e siti internet, in cui siano privilegiati i contenuti

rispetto alle offerte e tutti possano accedere in ogni mo-

mento a notizie aggiornate e affidabili su temi importanti

come salute e benessere. Questo dialogo diretto con il

cittadino, fatto di risposte in tempo reale attraverso l’u-

tilizzo dei social network, porrà i farmacisti in prima linea

nella costruzione di un concetto di salute più responsabile

e moderno e questo, ne siamo certi, porterà in futuro

anche il giusto ritorno economico.

Per chi volesse approfondire queste tematiche, l’appunta-

mento è con gli esperti di comunicazione e social media

Ivano Eberini e Nicola Carmignani, il 4 ottobre a Milano,

presso la sede dell’Accademia di Tecniche Nuove. Vi

aspettiamo. Per informazioni: infoecm@tecnichenuove.com,

tel 02 39090440.

Nei piccoli centri in cui operano, privi spesso delle basilari strutture istituzionali,

i farmacisti rurali diventano il punto di riferimento principale

per la cittadinanza, per lo più anziana, che si affida loro non solo per l’assistenza

medica, ma anche per questioni pratiche, supporto psicologico o semplice

compagnia. A fronte di questo ruolo così importante,

i dati economici, riferiti da commercialisti esperti del settore intervistati

da Farmacia news, non sono altrettanto soddisfacenti per quella che, spesso,

a diffusione delle farmacie nel

nostro Paese resta saldamente in

linea con la media europea. Se-

condo i dati pubblicati a marzo

di quest’anno sul report 2014 di

PGEU (Pharmaceutical Group of

FARMACOLOGIA

è una scelta di vita ancora

L

L’associazione farmacologica,

costituita dal corticosteroide

fluticasone furoato e dal β2-agonista

a lunga durata d’azione vilanterolo, è

stata approvata anche in Italia per il

trattamento della broncopneumopatia

cronica ostruttiva negli adulti a partire

da 40 anni di età.

• segue a pag. 34•

NUTRIZIONE

ES

FO

L ATTIVITÀ SPORTIVA

Sp

S

da

• alle pag. 18 e 20 •

a

CUS

COSMETOVIGILANZA

RAUMI DURANTE

’A

a non richiedere una visita in

pronto soccorso e, il pi

ù delle volte,

oggetto di consulto del farmacista.

d

prima che professionale

the European Union), l’Italia può contare su

una farmacia ogni 3.440 abitanti, un valore

molto vicino alla mediana europea e inferiore a

quello di nazioni come la Germania (3.958), il

Regno Unito (4.452) e la Svizzera (4.585). Una

distribuzione cos

ì capillare (tanto che in ogni

Comune esiste almeno una farmacia, afferma

Federfarma) è dovuta in parte sempre maggiore

alla presenza di realt

à di piccole e piccolissime

dimensioni situate in territori marginali, le co-

siddette “farmacie rurali”. La quota di queste

realtà è in costante aumento: nel 2013, secondo

i dati forniti a Farmacia News dal Sose (la so-

cietà costituita dal ministero dell’Economia e la

Banca d’Italia che elabora anche gli Studi di Set-

tore), le farmacie rurali rappresentavano il 38%

del totale, un valore che appena sei anni prima

era pari al 27% (dato Anpi). Ma il ruolo delle

farmacie nei piccoli centri va ben oltre la distri-

buzione di farmaci, come ci ha spiegato chi vive

questa realtà quotidianamente.

•segueapag.4•

Sono necessari approcci dietetici

basati sull’evidenza e strategie di

supplementazione per garantire un

adeguato consumo di calcio e di altri

nutrienti negli individui intolleranti al

lattosio.

• segue a pag. 44•

L’azione dei rimedi

a base di calcio

e magnesio

• segue a pag. 40•

C

FN_MELAT RETARD maggio.pdf

1 30/03/15

16:52

F

a

r

m

a

c

i

a

n

e

w

s

|

m

a

g

g

i

o

2

0

1

5

Fluticasone furoato

e vilanterolo nel

trattamento della Bpco

Lo zucchero del latte

OMEOPATIA