ISSN 1590-3699 - Mensile - Anno XXIII - n° 7 - luglio 2015 - Poste Italiane SpA - Sped. in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv.in L.27/02/2004 n. 46) - art. 1, comma 1, DCB Milano

www.farmacianews.it

Novità

All’interno

l’inserto

staccabile con

il Corso ECM

da 35 crediti

■ editoriale

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K

A

Raffaella Ferrari

1

La salute

Osservatorio

Farmacie

La zona di

non ha frontiere

i social cambiano

Aosta

mmassati nelle stazioni o sulle panchine dei parchi.

Sono centinaia gli immigrati che popolano le nostre

città in queste settimane d’estate. Rappresentano un

dramma sociale e, incolpevolmente, possono costi-

tuire un problema dal punto di vista sanitario. Infatti, i profughi

che da mesi arrivano nel nostro Paese vivono in condizioni

igieniche precarie, malnutriti e disidratati dopo il lungo viaggio

e sono spesso portatori di malattie dal nome “esotico” che

richiedono farmaci e attenzioni particolari.

Per far fronte a questa situazione complicata tutte le struttu-

re sanitarie, comprese le farmacie, si sono attivate in un’effi-

cace rete di aiuto: numerosi colleghi hanno fornito medicinali

e allestito preparati galenici antiscabbia a base di permetrina

e benzile benzoato. Alcuni di loro si sono impegnati nel-

la ricerca delle formulazioni più efficaci e meno costose,

contribuendo alla soluzione di un problema che rischiava di

assumere i contorni surreali di una caccia all’untore.

Ma oltre l’emergenza, non possiamo fare a meno di osserva-

re che i flussi migratori di questi ultimi mesi determineranno

cambiamenti nel tessuto sociale del nostro Paese: una parte

dei profughi resterà in Italia e andrà ad aggiungersi ai 5

milioni di stranieri gi

à presenti sul territorio, che entrano quo-

tidianamente nelle nostre farmacie. Molti di loro identificano

il farmacista come una figura autorevole cui chiedere aiuto

in caso di bisogno e la farmacia, con la sua distribuzione

capillare, il luogo in cui recarsi ai primi sintomi di malessere,

in cerca di medicine o di consigli preziosi.

Non è sempre facile comprendersi, non solo per le difficoltà

linguistiche, ma soprattutto per le inevitabili differenze cul-

turali e religiose, e ancor meno lo sar

à con i nuovi migranti.

Ma non possiamo non prendere atto che il mondo sta cam-

biando e con esso la nostra professione: le farmacie do-

vranno accogliere la nuova domanda di salute che arriva da

questi popoli, aiutarli concretamente nella cura delle piccole

patologie, affiancarli nella traduzione e nella spiegazione delle

terapie e delle posologie prescritte, indirizzarli verso i servizi

che si occupano di cura e prevenzione. Facilitare l’accesso alle

cure dei migranti potr

à essere il primo passo verso la loro inte-

grazione sul territorio. Siamo certi che i farmacisti italiani si

attiveranno in tal senso, con un programma d’informazione

e accoglienza mirato, a dimostrazione che la tutela della

salute non conosce confini.

le regole del gioco

•apag.12•

FOCUS

COSMESI

FARMACI

TRATTAMENTO

DELLE CICATRICI

L'insieme di nuovi principi attivi,

estratti vegetali e siliconi, ha dato

una svolta positiva al trattamento

dermocosmetico delle cicatrici.

LA PROTEZIONE

SOLARE

CONTRACCEZIONE

DI EMERGENZA

La situazione sulla contraccezione

di emergenza orale in Italia dopo la

pubblicazione in Gazzetta del regime

di prescrizione di ulpristal acetato.

In uno scenario in cui

Internet è diventato il luogo

privilegiato per la raccolta di

informazioni e il confronto tra

le offerte, utilizzare i social

media come strumento

professionale può aiutare a

far emergere le competenze

del farmacista. Per un uso di

questo genere è necessario

qualche accorgimento

supplementare rispetto

all’uso ludico o familiare e per

ottenere risultati soddisfacenti

è indispensabile un’attenta

L

programmazione del lavoro

a diffusione di Internet ha radi-

calmente modificato le modalità

con cui le persone reperiscono le

informazioni (Google misura il

numero di ricerche annuali in mi-

gliaia di miliardi). Anche in cam-

po medico, il Web si è affermato come fonte

di conoscenza fondamentale: secondo uno

studio condotto su un campione di italiani

nel 2011, il 57% degli individui ha riferito di

aver utilizzato Internet per ricerche relative a

temi di salute. Con l’avvento dei social media

la situazione sta nuovamente mutando e ora,

oltre a una sterminata mole d’informazioni,

Sifap presenta

il Position paper

Una lettura attenta dell’etichette dei

solari, accompagnata dai consigli

pratici da dispensare alla clientela, è

fondamentale per guidare la scelta.

•apag.22•

•allepag.18e20•

•apag.26•

INCHIESTA

Salute e benessere,

sono disponibili anche opinioni e contatti in

tempo reale. Questo rende gli utenti sempre

più preparati ma anche soggetti a influenze

esterne come dati errati o fuorvianti, giudi-

zi arbitrari, infondati, ecc. Questo fenomeno

sta profondamente cambiando anche le mo-

dalità con cui le persone si rapportano alle

istituzioni e ai professionisti della salute. Le

grandi organizzazioni, soprattutto private,

hanno iniziato ad adeguarsi mentre i far-

macisti sembrano non essersi ancora attiva-

ti. Ma questa situazione offrirebbe anche a

loro opportunit

à interessanti, come ci hanno

spiegato alcuni esperti del settore.

•segueapag.4•

Si può!

Internazionalmente noto per essere

uno dei chirurghi della mano più

conosciuti al mondo, Marco Lanzetta

è professore universitario presso la

University of Canberra, Australia, e la

Ludes University di Lugano e ha dato

alle stampe il volume intitolato: Vivere

senza artrosi: ecco come. In questa

intervista spiega quale sia l’approccio

innovativo per sconfiggere patologie

debilitanti come artrosi e artrite.

•apag.30•

C

FN_CRANBERRY luglio.pdf

1 28/05/15

16:57

F

a

r

m

a

c

i

a

n

e

w

s

|

l

u

g

l

i

o

2

0

1

5

GALENICA

Sifap ha proposto un documento

che aiuterà a farmacisti preparatori

a decidere se procedere con un

preparato magistrale e quali siano gli

standard qualitativi da seguire.

•apag.10•

INTERVISTA

Vivere senza artrosi?