www.farmacianews.it

LA CONQUISTA

DELLA BELLEZZA

Prediligere nutrienti ricchi di

antiossidanti, come i polifenoli,

e poveri di glucosio è una scelta

utile per mantenere la pelle

elastica e radiosa a ogni età.

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K

COSMESI

FITOTERAPIA

NUTRIZIONE

COME AFFRONTARE

LE GENGIVITI

Agire in prevenzione risulta

fondamentale per la salute orale, ma

in caso d’infiammazione è possibile

consigliare diversi preparati a base

di piante.

UN TREMORE

DA CONTROLLARE

Dagli studi presenti in letteratura

emerge che esistono degli

interventi nutrizionali utili per la

prevenzione e la gestione del

Parkinson.

•apag.18•

•apag.24•

•apag.22•

C

FN_NORMO5 genn18.pdf

1 05/12/17

12:22

ISSN 1590-3699 - Mensile - Anno XXV - n° 1 - Gennaio 2018 - Poste Italiane SpA - Sped. in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv.in L.27/02/2004 n. 46) - art. 1, comma 1, DCB Milano

All’interno

l’inserto

staccabile

con il Corso

ECM 2018

da 35 crediti

F

a

r

m

a

c

i

a

N

e

w

s

|

g

e

n

n

a

i

o

2

0

1

8

C

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K

n editoriale di R. Ferrari

N

Diversi punti di vista

INCHIESTA

L'aggiornamento della tariffa

nazionale fa prendere

il volo alla galenica

Gli effetti della nuova tariffa nazionale sui galenici sono stati dirompenti per alcune forme

farmaceutiche come per esempio i colliri, il cui prezzo di vendita al banco, calcolato sulla base

della nuova tariffa nazionale, è triplicato. Gli sconti stanno aiutando i farmacisti a mitigare gli

S

aumenti che, tuttavia, i cittadini dovranno pian piano accettare

ono passate poche tendere. L’aggiornamento del riale, erano rimasti fermi al

settimane dall’entra- tariffario nazionale dei pre- 1993, quando ci fu l’ultimo

ta in vigore del DM parati magistrali allestiti in aggiornamento della tariffa,

22 settembre 2017 farmacia, infatti, ha portato allora come oggi per effet-

“Aggiornamento quasi sempre a un aumento to dell’articolo 125 del regio

della tariffa nazionale per la a volte davvero considere- decreto 27 luglio 1934 (Tuls)

I protagonisti

in provincia

di Cuneo

•apag.4•

on è passato molto tempo dalla sua entrata in vigore

e già la nuova tariffa dei medicinali fa discutere le

parti in causa. In particolare, l’aumento repentino

dei prezzi di molte preparazioni magistrali è stato

giudicato troppo oneroso dall’opinione pubblica, mentre il

raddoppio del diritto addizionale di chiamata notturna ha

generato un passaparola che non è passato inosservato a

livello mediatico e ha indotto alcune associazioni di con-

sumatori ad annunciare ricorsi. Ma i farmacisti sono tutti

d’accordo: l’adeguamento dei prezzi era necessario, dopo

un’attesa durata oltre 20 anni, e rappresenta il giusto rico-

noscimento al lavoro altamente specialistico dei preparatori.

Il nuovo sistema di remunerazione considera, infatti, il costo

del lavoro di un farmacista, il tempo impiegato ad allestire

una preparazione e le soluzioni tecnologiche adottate e ga-

rantisce la sostenibilità del sistema, ponendo nuove garanzie

di qualità dei preparati.

D’altra parte, se per la nostra categoria l’adeguamento dei

prezzi è stato un atto dovuto e legittimo, per molti cittadini

ha rappresentato una “stangata” inattesa e ingiustificata

ed è stato interpretato come l’ennesima tassa a loro sfavo-

re. Infatti, fin dai primi giorni dopo la pubblicazione in GU

della nuova tariffa, chi di noi lavora sul campo si è trovato

a giustificare aumenti significativi rispetto al passato, sia

nel caso di forme farmaceutiche semplici come creme e

unguenti, ma anche per preparazioni più complesse come

i colliri o le compresse.

Non sempre le nostre spiegazioni hanno convinto i clienti,

in alcuni casi ci siamo trovati di fronte a rinunce di farmaci

indispensabili per la salute e spesso abbiamo dovuto pro-

cedere alla elaborazione di preventivi.

Certamente l’applicazione di sconti è servita a mitigare gli

animi e a tranquillizzare molti clienti, ma non dovremmo

considerare questo approccio una soluzione a lungo termine,

perché favorirebbe dinamiche di concorrenza (non sempre

positive) e tenderebbe a sminuire il valore dei preparati.

Probabilmente un aumento graduale degli onorari avreb-

be reso fisiologico e indolore questo passaggio e generato

maggiore fiducia nella categoria. Dagli errori si impara: ci

auguriamo che in futuro vengano rispettati i termini previsti

dalla normativa con adeguamenti biennali della tariffa e che

tali modifiche siano comunicate tempestivamente ai citta-

dini, come è giusto che sia.

1

D4B_Salvaderma_Medical_Rughe_Footer_FarmaciaNews_265x65_Settembre2017.pdf 1 19/09/17 10:24

vendita al pubblico dei medi-

cinali”, pubblicato sulla GU

n. 250 del 25/10/2017. E gli

effetti non si sono fatti at-

vole, dei prezzi al pubblico.

Prezzi che, fino allo scorso 9

novembre, data di entrata in

vigore del decreto ministe-

che prevede l’adeguamento

delle tariffe ogni due anni.

I nuovi valori sono frutto

di un’operazione aritmetica

che tiene conto di un nuo-

vo algoritmo di calcolo, ma

soprattutto dei più recenti

contratti collettivi nazionali

e del costo del lavoro del far-

macista, fissato a 0,425 euro

al minuto, in una parola del

valore dell’attività professio-

nale svolta dal farmacista

preparatore.Per questa ragio-

ne Fofi e Federfarma, come

peraltro Assofarm, Farmaci

Unite, Utifar, Sifap e Asfi, in

pratica tutte le sigle di rap-

presentanza dei farmacisti

interessate a questo settore,

si erano dette soddisfatte per

l’esito del Tavolo tecnico isti-

tuito presso il ministero della

Salute che ha portato all’ade-

guamento della tariffa.

•segueapag.8•

La legge regionale 3 marzo

2017, n.6 ha modificato le

norme in materia di vigilanza

sulle farmacie: le ispezioni, non

più a sorpresa, saranno più

semplici e orientate a creare

un’alleanza tra gli organi di

vigilanza e i farmacisti.

•apag.6•

NORMATIVA

Ispezioni

in Lombardia

FOCUS

Rimedi per

far passare

la tosse

I prodotti omeopatici e quelli

fitoterapici da utilizzare in caso

di infiammazione delle alte vie

respiratorie.

•allepagg.25e26•