ISSN 1590-3699 - Mensile - Anno XXVI - n° 11 - Dicembre 2018

n editoriale di R. Ferrari

Più tutela con le società

N

scientifiche

ell'elenco delle 293 società scientifiche scelte dal Mi-

nistero della Salute in attuazione della legge sulla re-

sponsabilità professionale (legge 8 marzo 2017 n.24),

troviamo cinque sigle riconducibili alla nostra cate-

goria: Sifac (società italiana di farmacia clinica), Sifap (società

italiana farmacisti preparatori), Sifo (società italiana di farmacia

ospedaliera) e Utifar (unione tecnica italiana di farmacisti), alle

quali si affianca la Sif (società italiana di farmacologia).

Tale norma nasce con l’obiettivo principale di ridurre i casi di

controversie legali in campo sanitario, attraverso una clausola

di salvaguardia in cui l’operatore, che agisce nel solco delle

raccomandazioni dettate dalla società scientifica di riferimento,

non può essere accusato di negligenza in caso di contenzioso.

Per fare ciò, il provvedimento riconosce alle associazioni am-

messe un ruolo attivo nella pratica dell’esercizio professiona-

le, all’interno di ciascun ambito sanitario, che esse dovranno

esprimere attraverso la stesura di linee guida e indicazioni di

comportamento chiare e inoppugnabili.

Questi protocolli tuteleranno tutti i professionisti della salute

nello svolgimento dell'attività quotidiana, farmacisti compresi.

Ciò non deve preoccupare, in alcuni casi saranno semplicemen-

te formalizzate procedure già esistenti e da tempo utilizzate.

Pensiamo per esempio alle procedure di Buona Preparazione

(NBP) inserite in Farmacopea e imprescindibile vademecum

per i farmacisti preparatori: esse hanno costituito un notevole

passo avanti nella gestione del laboratorio galenico, attivit

à da

sempre considerata critica all'interno della farmacia territoriale

e ospedaliera.

Allo stesso modo, in futuro, potrebbero rientrare in questo am-

bito alcune linee guida come quelle per la presa in carico del

paziente o per la gestione della farmacia dei servizi. Forse è

presto per azzardare previsioni o commenti, ma sembra scontato

che la creazione di questo albo avrà ripercussioni sul mondo

della sanità italiana. Di certo, la revisione biennale della lista

obbligherà le associazioni a mantenere vivo questo status con

nuove pubblicazioni scientifiche e ciò le porter

à a coinvolgere sigle

di altre categorie per una maggiore e proficua collaborazione tra

tutti gli attori della filiera. Con l’augurio che le linee guida comuni

che nasceranno possano rendere il sistema salute più sicuro e

trasparente,

G

a

r

n

ee

c

n

h

-

e a

Pi

s

e

a

d

l

o

v

n

a

e

gu

C

a

a

r

p

d

t

ia

ol

d

i

e

p

l no

u

s

o

t

v

r

o

o

Pa

p

y

e

o

r

f

a

f

to.

20_12_16.ai

INCHIESTA

I protagonisti

in provincia

di Avellino

•apag.4•

www.farmacianews.it

IL MARKETING PLAN

PER CRESCERE

Per competere, la farmacia deve

diventare una impresa orientata

al marketing. I consigli pratici per

impostare - e gestire - un piano adeguato

alla propria realtà commerciale.

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K

GESTIONE

FARMACOLOGIA

FITOTERAPIA

Sembra una normale margherita,

invece ha proprietà simili a quelle

di un farmaco tradizionale. Il partenio

è un ottimo alleato per contrastare la

patologia e dà limitati effetti collaterali.

NUOVO ANTIBIOTICO

PARTENIO

VS EMICRANIA

ANTI TUBERCOLOSI

Si chiama Bedaquilina ed è il primo

farmaco anti-TB registrato negli ultimi

46 anni. Una molecola innovativa per

combattere le forme multi-resistenti

della malattia (MDR-TB).

•apag.26•

•apag.22•

•apag.30•

C

FN_NODOL CPS sett.pdf

1 03/07/18

10:53

F

a

r

m

a

c

i

a

N

e

w

s

|

d

i

c

e

m

b

r

e

2

0

1

8

C

M

Y

CM

MY

CY

MY

GARANTITO DA

CHEMIST’S RESEARCH.

Captolip è il primo prodotto contro il

colesterolo alto sottoposto a certificazione

di qualità per garantire costante livello

di Monacolina K e assenza di Citrinina.

Solo da Chemist’s Research, in Farmacia.

800 44 66 40

K

Farmacie e parafarmacie

la convivenza è possibile?

1

Purché non vengano fatte

ulteriori concessioni,

la diffusione delle parafarmacie

non preoccupa più di tanto.

C'è spazio per tutti, sembrano

dire le analisi del settore.

La concorrenza, semmai,

si gioca sulla professionalità

e sui servizi: un'opportunità

che le farmacie

non si sono fatte scappare

I

Lo scontro, se c'è, risiede nelle intenzioni: ai

tavoli di discussione ministeriali o fra associa-

zioni di categoria, il canale delle parafarmacie

avanza richieste di ulteriori liberalizzazioni:

l'ultima? La possibilità di vendere farmaci di

fascia C. Il nodo da sciogliere, quindi, è questo.

Per ora c'è un nulla di fatto, ma durerà?

La palla è in mano al governo: «Il tema far-

macie e parafarmacie è un tema molto grosso,

che in questi anni è stato sempre ritoccato con

PROFESSIONE

1

11/01/17

09:49

•apag.8•

•apag.20•

dati parlano chiaro: tra farmacie e pa-

rafarmacie non c'è un rapporto di vera

competizione. E i pazienti sanno bene

che non sussiste neanche un'equivalen-

za tra i due esercizi commerciali.

delle toppe e quindi è uno di quegli argomen-

ti su cui si dovrebbe fare una riforma com-

plessiva del sistema», ha dichiarato qualche

tempo fa il ministro della Salute, Giulia Gril-

lo, lasciando intendere un interesse partico-

lare sul tema. E fa piacere saperlo, perché

se il diritto del consumatore a un mercato

più ampio in regime di libera concorrenza è

sacrosanto, lo è altrettanto quello di chi della

salute fa da sempre il proprio baluardo: i far-

macisti.

In attesa di conoscere le risoluzioni del gover-

no, facciamo il punto di un comparto che si è

evoluto molto, in numero di punti vendita e in

strategie di sviluppo. Fino al plateau attuale.

Una nuova figura professionale

con grandi potenzialità: parliamo

del “farmacista counselor” di cui

ancora poco si conosce, ma che

costituisce un’opportunità per i

professionisti del settore e per il

Sistema Sanitario. Corso online e

“Registro nazionale del farmacista

counselor”, introdotto dall’Utifar,

sono gli "strumenti del mestiere"

già disponibili.

•apag.6•

Il counseling

che verrà

FARMACOVIGILANZA

Limiti per chinoloni

e fluorochinoloni

Recenti evidenze associano

l’utilizzo dei due antibiotici

sintetici con l’insorgenza di effetti

indesiderati di lunga durata e

invalidanti a carico di muscoli,

tendini e sistema nervoso.

L'Ema ne rivede i limiti d'uso.

Fino al 2017 i chinoloni erano

tra gli antibiotici più prescritti.

www.chemistresearch.it

Servizio Clienti