www.trasmissionidipotenza.it

MECCANICA

Motore e riduttore

Innovazione di prodotto,

costante ampliamento

di gamma e qualità

senza compromessi.

Questi gli elementi

distintivi di Mini Motor.

■ EDITORIALE

La fabbrica snella

PriNTinG

Paolo Stefanini

I

modelli produttivi si evolvono

l modo artigianale di costruire beni

pag. 8

pag. 12

Alla ricerca

dell’efficienza

energetica...

Uno studio incentrato sulle

pompe digitali in un circuito

di controllo della velocità e

i risultati della simulazione.

MANUTENZIONE

pag. 16

nell’automazione

pneumatica

Una vasta gamma di prodotti

e un’imponente disponibilità

a stock caratterizzano

il marchio Aignep.

Bimestrale - Anno LIV - N° 5 - Ottobre 2014 - Poste Italiane SpA - Sped. in abbonamento postale

D. L. 353/2003 (con. in L. 27/02/04 n.46) art. 1, comma 1, DCB Milano

Your vacuum solutions catalogue

YoYuorYuorvuarvcauvcuaumcuumsuomslousltouiltouintosinoscna

I

s

S

ct

S

act

N

laot

1

lga

1

oulg

2

eou

6

geu

2

e

737

L

o scenario in cui operano i settori indu-

striali ha visto aumentare in modo rapido

la complessità delle relazioni fra le varia-

bili in gioco, soprattutto a causa degli anda-

menti altalenanti delle principali economie,

caratterizzate da crescente esasperazione

della competitività e conseguente nervosi-

smo. La globalizzazione degli effetti di eventi,

purtroppo e spesso tragici, segnano in modo

pesante la vita della gente comune e ne con-

dizionano reazioni e progetti per il futuro. I

mantiene tuttora la caratteristica di

privilegiare la qualità alla quan-

tità: il target dell’artigia-

no è oggi generalmente

costituito da un pubblico

elitario e ristretto, che con-

sidera il valore e l’originalità

dell’oggetto più del prezzo.

Gli strumenti utilizzati fino al

XVIII secolo erano semplici,

pur essendo geniali: solo nei pri-

mi del Settecento sono messe a

punto le tecnologie che permetteranno

lo sviluppo della metallurgia del ferro e

la diffusione della macchina a vapore.

L’Ottocento infatti vede la nascita delle

tecnologie moderne alla base della rivo-

luzione industriale, caratterizzata dalle

prime macchine utensili, talvolta semo-

venti, e dallo spostamento dell’interesse

dei produttori dalla dimensione qualita-

tiva verso quella quantitativa. Il sistema

industriale risponde infatti alla necessità

di soddisfare la domanda di beni di un

maggior numero possibile di persone.

Ai primi del Novecento, negli Stati Uni-

1

mercati subiscono forti oscillazioni della domanda. In situazioni di

estrema variabilità è molto difficile prevedere il futuro anche im-

mediato: nel contempo il mercato rimane sempre più selettivo, con

maggiori aspettative sulla qualità del prodotto e del servizio reso

ed ancor più sul rapporto qualità/prezzo di vendita. Il consumatore

diventa a pieno titolo il vero padrone del mercato: ne determina

la quantità e la qualità, spingendo il produttore ad una risposta

caratterizzata da una forte innovazione progettuale e tecnologica,

dal miglioramento del servizio al cliente e dalla riduzione del prezzo

di vendita. Il modello di produzione giapponese, espresso appunto

con lo schema e le regole della produzione snella, è ormai ricono-

sciuto come quello in grado di produrre con facilità e flessibilità

un prodotto di massa, secondo le logiche della buona produzione

artigianale. Il sistema di produzione giapponese, nato e sviluppato

negli anni sessanta nelle fabbriche Toyota, parte dal modello ame-

ricano di produzione di massa, ma, invece che produrre grandi lotti

di prodotto con necessità di scorte notevoli, punta sui piccoli lotti:

in questo modo produce scorte minime e reagisce in tempi rapidi

alla mutazione delle richieste di mercato.

PNEUMATICA

Per un trasporto pubblico ecosostenibile

ti d’America la

crescente ricchezza e la conseguente

richiesta di beni di consumo primari o

voluttuari permettono alle aziende di

introdurre sul mercato un gran numero

di prodotti caratterizzati da prezzo com-

petitivo e facile reperibilit

à, realizzando

la cosiddetta “produzione di massa”. Fra

tutti i settori, quello automobilistico si

distingue per il grande quanto rapido

sviluppo e rappresenta un esempio em-

blematico della risposta industriale ad

una situazione di mercato emergente; si-

tuazione che

si osserva nei paesi

in periodi di forte crescita

sociale ed economica, come quel-

la americana e, nel dopoguerra, quella

italiana degli anni Sessanta del boom

economico. Nel Nuovo Mondo, appun-

to, con l’avvento della produzione di

massa, l’organizzazione razionale del la-

voro ha rappresentato, al momento della

sua applicazione, un notevole salto di

qualità dell’attività industriale, in quanto

basata su una analisi del processo lavo-

rativo estremamente rigorosa e su di un

modello di funzionamento adatto alle

risorse e alla cultura industriale e alle ne-

cessità del mercato del tempo. Pag. 20

Nata nel secondo dopoguerra come azienda di

manutenzione di automezzi antincendio, Carlo

Rampini SpA ha successivamente ampliato la

propria attività alla costruzione di mezzi ad alto

contenuto tecnologico per attività specifiche

(veicoli per regia mobile, veicoli per trasmissioni

satellitari, attrezzature speciali per le forze ar-

mate, scale per l’imbarco dei passeggeri, etc).

Oggi, con cinquant’anni di esperienza nel settore,

Carlo Rampini SpA è un’azienda significativa nel-

la progettazione e nella produzione di autobus

ecologici di medie dimensioni per il trasporto ur-

bano. Lo storico stabilimento di

Passignano sul Trasimeno, in pro-

vincia di Perugia, che si estende

su una superficie di 80.000 mq (di

cui coperti 13.000 mq), nel corso

degli anni si è avvalso della col-

laborazione di numerose società

che hanno aumentato la capaci-

tà produttiva del Gruppo Rampini

attraverso l’indotto. Pag. 18

Su alberi e organi rotanti, per trattenere in loco

il lubrificante dei cuscinetti volventi o di altri

organi e per la tenuta di fluidi in generale, si

è ampiamente diffuso l’impiego di guarnizioni

che effettuano la funzione di tenuta strisciando

sulla superficie dell’albero in rotazione. L’effi-

cacia della tenuta è funzione dell’interferenza

elastica tra il labbro di tenuta e la super

ficie

dell’albero; l’interferenza, insieme allo striscia-

mento e all’inevitabile attrito, provoca l’usura

della superficie dell’albero e dello stesso labbro

di tenuta, la decadenza dell’effetto tenuta e l’in-

cisione (rigatura) dell’albero; l’incisione dell’albe-

ro assume le caratteristiche di una gola che con il

progredire dell’usura può raggiungere profondità

compromettenti sull’effetto tenuta. Le boccole

OLEODINAMICA

RifP3_PRINTING_.indd 1

PNEUMATICA

08/09/14 09:59

Specialisti

MECCANICA

A protezione dell’albero rotante

au

cuvumYauomscmu

ourslusouv

ltm

oauicltousuinuostm

Your vacuum solutions catalogue

Your vacuum solutions catalo

Your vacuum solutions catalogue

nl

iscusoaotn

Your vacYuouumrYsovoualrcuutvuiamocnusuomlcuastoialolunotsgiuocenastaclaotgauleogue

YourYouvracvaucumum ssolutiioonsnscatcaltoaguleogue

Your vacuum solutions catalogue

YourYovuarcuvuamcusuomlustoilountsiocnastaclaotgauleogue

Your vacuum solutions catalogue

5

“salva/ripara albero” proposte da Pantecnica

Service sono sempre più frequentemente impie-

gate per evitare l’usura e l’incisione dell’albero

rotante, l’usura del labbro di tenuta e la dissipazione

di potenza provocate dall’attrito. Pag. 10

ctlia

sutlot

Your vacuum solutions cata

Your va

Y

c

o

u

u

u

r

m

va

s

c

o

u

l

um

ut

s

i

ol

o

u

n

t

s

ion

c

s

at

c

a

t

l

a

o

l

g

og

u

u

e

e

Your vacuYuomursovlauctuiuomnsoclautailoongsuecata

Your vacuum solutions catalogue

Your vacuum solutions catalo

Your vacuum solutions

Your vacuum solutions catalogue

Y

s

our

o

vacYu

l

uourm

u

vsacoul

t

uumt

i

sioln

o

ustsiocna

n

astcalto

s

aolgougeue

Your vacuum solutions catalogue

Your vacuum solutions catalogue

Your vacuum solutions catalogue

YouYroYouvurarcvuaucmuumusmoslo

Y

s

l

u

ou

ot

ut

li

ri

uo

v

t

nas

is

c

o

ucu

nc

amt

sa

a

t

sl

c

o

ao

l

a

g

l

u

to

te

ag

io

lu

n

oe

s

gu

ca

e

talogue

Your vacuum solutions catalogue

YoYuorYuoruvravcvauacuumumssosoloultuiotoninsosncasctacltaoagtluaeolgougeue

YouYrouvraYcvouarucYmuovuasrcmuovulsamuoctusluoiumlotunstioisolonuncstsaioctcnastltaoclaaogltguoauelegougeue

YourYoYuoYvruoaYrucvoruauvcrauuYcvmuovuamuaucsrcmsuoovusulamomucl

Y

tusut

o

iuot

si

u

omli

r

onuolnstn

vo

isus

a

clo

t

c

aunc

u

ictsa

u

oa

itmloca

nto

nalsagstoluagleclu

co

ua

oeag

tt

g

i

tu

auo

ae

leno

l

sg

o

uc

g

ea

u

t

e

alogue

YoYurouvracuvuamcusoulmutisonlsuctaitoanlosguceatalogue

YoYuorurvYaovucraucuvumaucumsuomslsouoYltlouiutroinovosnanscsuccuamctasaltololaogulgutoeiuogenusecatalogue

YoYuoruYurorvuvravcvauacucmum

Y

us

om

o

u

sl

rs

ousolt

vl

oiu

au

lo

c

tnuis

u

to

mn

icnsoa

s

tn

oc

a

l

salc

ut

o

t

acg

il

tu

o

aoae

ng

tl

su

aoel

c

g

a

ou

t

ge

a

u

l

e

ogue

YoYuorurvvaacuum ssoloultuiotnisoncastaclaogtuaelogue

YoYuorYuororuvurvaravc

Yv

ca

o

uauvc

uc

uau

ru

mcu

vm

sum

a

osu

cs

lom

u

soul

ul

tou

mu

isltotou

si

nil

o

sto

ln

ui

u

nscto

t

asin

ic

t

oa

sc

nt

ln

sa

oasclgt

c

aouacgetl

tu

aeotlga

o

u

g

lg

u

eou

e

geue

YoYuorYuorvYuaovcruaurcuuvmvuamscousluouYumlotmuistrosinlovsunaltsciuaoctutnamiastloasocnlogaoslutgueautlceioaogtnusaelcoatgauleogue

YoYuorYuoruvravcYvaouaucurumuvmmascsouosluloumultsiuiotolniunstosicnoascntsalctcoagtltuaeolgoouggueeue

YoYuorYuoYruvorauvcvrauacYcuvuomaumcmrsusousovlmoaulctsuiuiotuonlimnsuostncsiasoctolanclutsaotagtilucaoeoalngtosuagelucoeagtuaelogue

YoYuorurYvoYauvocraucvruaumcuvYuomausumcorsulsovuoalmtcuiutsuoimionoonlsnuostlcuiatcotianaoltnslosagoulcgceoautgteaualeloogugeue

aoni

clgosaoungetsuca

YoYuorYuovruarcvYuvauoamcucursuomlmvuastsocilounlutsumiotcniastoanclasoutgtaucileaogtnuaselocgautealogue

YoYuor

Yruorvuavvcra

oeguuee

eca

latotagalu

F

L

U

I

D

T

r

a

s

m

i

s

s

i

o

n

i

d

i

P

o

t

e

n

z

a

O

t

t

o

b

r

e

2

0

1

4