TanTi forniTori,

un solo parTner!

Automazione

e Robotica:

le nostre soluzioni

3

PNEUMATICA

Un nuovo

comando

pneumatico

I vantaggi della

maniglia con comando

pneumatico EBR-PN

progettata da Elesa

MECCANICA

Inverter, ossia

efficienza e

semplicità d’uso

Motive ha ampliato

la propria gamma

di prodotti con

nuove soluzioni

RifS1_Mikado_.indd 1

OLEODINAMICA

Tubi assemblati

sotto controllo

Utilizzando una

semplice app,

collegata al database

centralizzato del Parker

Tracking System

05/04/1

pag. 16

pag. 18

pag. 24

11:29

1

■ EDITORIALE

Industry 4.0

MANUTENZIONE

Bimestrale - Anno LVI - N° 3 - Maggio 2016 - Poste Italiane SpA - Sped. in abbonamento postale

D. L. 353/2003 (con. in L. 27/02/04 n.46) art. 1, comma 1, DCB Milano

ISSN 1126 2737

www.trasmissionidipotenza.it

6

Paolo Stefanini

N

La Manutenzione Migliorativa

I

l modello industriale 4.0 scaturisce

dalla quarta rivoluzione industriale.

L’espressione Industrie 4.0 è stata usata

per la prima volta alla Fiera di Hannover

nel 2011 in Germania. Non esiste ancora

una definizione esauriente del fenome-

no, ma in estrema sintesi alcuni analisti

tendono a descriverla come un processo

che porterà alla produzione industriale

completamente automatizzata e inter-

connessa. Le nuove tecnologie digitali

ell’elenco delle quattro politiche

di manutenzione “canoniche”

(Correttiva, Preventiva Ciclica,

Preventiva su Condizione, Mi-

gliorativa), la Manutenzione Migliorativa

viene riportata per ultima, forse perché la

modifica-miglioria non viene adeguata-

mente percepita come manutenzione. In

ordine di importanza, la Migliorativa po-

trebbe invece occupare tranquillamente

il primo posto e per un motivo semplice:

è la politica che gestisce le risorse dedica-

te a contrastare direttamente all’origine le

cause di guasto, perseguendone l’elimi-

nazione o quanto meno il contenimento

in termini di frequenza e/o impatto sul

ciclo produttivo senza costi insorgenti di

tipo ripetitivo.

La Manutenzione Migliorativa (UNI

10147.3.10) è l’insieme delle azioni di

miglioramento o piccola modifica che

non incrementano il valore patrimonia-

le dell’entità. Si interviene fisicamente a

valle di un’analisi dei guasti e delle pos-

sibili contromisure sull’origine (fattibilità),

supportata da un’analisi costi-benefici

avranno un impatto profondo nell’ambito di quattro direttrici di

sviluppo: la prima riguarda l’utilizzo dei dati, la potenza di calco-

lo e la connettività, e si declina in big data, open data, internet

of things, machine-to-machine e cloud computing. La seconda

è quella della analisi: una volta raccolti, i dati devono produrre

valore. La terza direttrice di sviluppo è l’interazione tra uomo e

macchina, che coinvolge le interfacce touch e la realtà aumen-

tata. Infine il settore che si occupa del passaggio dal digitale al

reale, che comprende la manifattura, la stampa 3D, la robotica,

le comunicazioni, le interazioni machine-to-machine e le nuove

tecnologie per immagazzinare e utilizzare l’energia in modo mi-

rato, razionalizzando i costi e ottimizzando le prestazioni. Festo

Industrial Automation ha recentemente organizzato ad Assago

un congresso di approfondimento e dibattito sul tema, mentre il

Gruppo BMW cambia l’organizzazione produttiva della rete glo-

bale, annunciando il programma Manufacturing 4.0, orientato ad

una maggiore digitalizzazione, ad un’ulteriore spinta sul fronte

della robotizzazione e a una forte automazione della logistica.

(convenienza e priorità). I costi della M.M.,

una tantum, vanno sul budget di Manu-

tenzione Ordinaria. Migliorano Dispo-

nibilità, Affidabilità, Manutenibilità ma

non le prestazioni nominali “di targa” né

il valore patrimoniale. In altri termini, tipi-

camente amministrativi, la Manutenzio-

ne Migliorativa non è incrementativa. Le

migliorie incrementative vanno di norma

a Investimento, in quanto incrementano

prestazioni/durata e quindi valore del

bene sul quale vengono apportate. Ad

esempio, sostituire una tenuta a baderna

con una tenuta meccanica su una pom-

pa non è una modifica incrementativa.

Installare un inverter sull’azionamento di

una pompa nata a giri fissi è una modifi-

ca incrementativa, in quanto portata e/o

prevalenza possono crescere, come pure

il valore patrimoniale.

Pag. 8

Dialoghi sensoriali

LIVELLO

PRESSIONE

TEMPERATURA

POSIZIONE

VELOCITÀ

FLUSSO Euroswitch progetta e produce sensori per ogni tipologia applicativa

in grado di fornire risposte affi dabili in ogni condizione di esercizio.

Euroswitch produce con sistema di qualità UNI EN ISO 9001-2008

e di gestione ambientale UNI EN ISO 14001-2004.

EUROSWITCH S.r.l.

Via Provinciale, 15 - 25057 Sale Marasino (BS) Italy

Tel. +39 030 986549 - Fax +39 030 9824202 - info@euroswitch.it - www.euroswitch.it

F

L

U

I

D

T

r

a

s

m

i

s

s

i

o

n

i

d

i

P

o

t

e

n

z

a

M

a

g

g

i

o

2

0

1

6